Eccoci Palestrina

Per cambiare, promuovere, amare la nostra Palestrina

Facebook

Twitter

LinkedId

Google Plus

YouTube

Questa città è un museo a cielo aperto, bisogna amarla

PALESTRINA: Da buon commercialista, fa i conti al Comune che si candida a governare («ha 12 milioni e 700 mila euro di debiti: 531 euro per ogni abitante»), ma a suo avviso il deficit più grave che...

Da buon commercialista, fa i conti al Comune che si candida a governare («ha 12 milioni e 700 mila euro di debiti: 531 euro per ogni abitante»), ma a suo avviso il deficit più grave che affligge il municipio non ha cifre. «Mancano gli atti d'amore per Palestrina- scandisce Massimo Guerrini- non ne trovo nemmeno uno se guardo a com'è stata amministrata questa città, che pure è un museo a cielo aperto». E proprio su questo scrigno dell'antica Praeneste, città latina conosciuta sin dall'età antica per il Santuario della Fortuna Primigenia, che punta il candidato sindaco delle liste «Eccoci», «Per cambiare» e Forza Italia, proponendo la «candidatura di Palestrina all'Unesco per il riconoscimento della città quale patrimonio dell'umanità». Una tutela che inizi, però, a cominciare proprio dai suoi 24 mila residenti, ai quali Guerrini propone «l'eliminazione delle antenne televisive con la creazione di una rete via cavo per il segnale internet e tv, usufruendo delle risorse europee come hanno già fatto, ad esempio, a Gubbio, con una progettualità che qui finora è mancata». Ossia quella finalizzata ai bandi europei, che il 59enne candidato a sindaco mette in cima alla sua agenda: «progettare per usufruire al massimo dei contributi previsti dalla Ue, come fanno in Germania per le infrastrutture scolastiche, mentre qui non sono riusciti ad ottenere nulla per l'incapacità progettuale». Oltre a quella gestionale che, secondo i calcoli del commercialista Guerrini, bocciano i conti dell'amministrazione uscente. «A fronte delle entrate di questi ultimi 5 anni, che sono aumentate del 35 per cento- quantifica Guerrini - l'amministrazione uscente non è riuscita ad equiparare maggiori servizi, o investimenti infrastrutturali, ma solo uscite per costi generici che i cittadini, oramai stufi, continuano a pagare in termini di aumento delle tasse». Così ci si ritrova con «parti del centro storico senza acqua, fogne ed illuminazione o scandalose incompiute come il palazzetto dello sport, costato 2 milioni di euro, che noi faremo diventare il villaggio dei giovani».

Antonio Sbraga di il Tempo

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere aggiornamenti e comunicazione ufficiali della lista Eccoci

Contatti

Contatta la segreteria Eccoci

  • Telefono: (+39) 391 3567397

Sede del comitato: Viale Pio XII, 5 PALESTRINA

Altri contatti

COPYRIGHT.

Sito web realizzato da Communication Services by 
Speedservices Multiservizi 
© Copyright 2013 - All Rights Reserved

 

 

Sei qui: Home Blog Questa città è un museo a cielo aperto, bisogna amarla